28 maggio 2017
Aggiornato 01:00
Calcio

Adani: “Fatico a trovare i titolarissimi del Milan”

L’aria di rivoluzione è sempre più netta in casa rossonera in vista della prossima stagione

Un'immagine di Gianluigi Donnarumma e Giacomo Bonaventura, due dei pochi insostituibili del Milan (© Ansa)

MILANO - Il Milan è ad un passo dal sesto posto aritmetico e dalla qualificazione in Coppa Uefa che varrà il ritorno in Europa dei rossoneri dopo tre anni. Ma l’ultimo mese della squadra di Vincenzo Montella è da film dell’orrore con una sola vittoria (contro il derelitto Palermo) ed una serie di pareggi e sconfitte che hanno minato le certezze della squadra e rischiato di far perdere un sesto posto che oggi appare quasi sicuro anche in virtù dei disastri di Fiorentina ed Inter, capaci di fare anche peggio del Milan stesso.  Contro l’Atalanta, i rossoneri sono stati tutt’altro che spettacolari, anzi, non fosse stato per il tiraccio di Deulofeu deviato da Masiello e dopo la partenza in fuorigioco dello spagnolo, sarebbero pure usciti sconfitti dal Comunale di Bergamo. Chiaro che, rassicurazioni di Montella a parte, la dirigenza milanista dovrà operare un’autentica rivoluzione in vista della prossima stagione, come analizzato anche da Daniele Adani, ex difensore dei Fiorentina e Brescia, oggi apprezzato commentatore per la redazione sportiva di Sky: «Questo Milan va rinforzato in ogni reparto con almeno 7 acquisti da fare in estate - afferma Adani - perchè io onestamente fatico a trovare i titolarissimi di questa squadra, a parte Donnarumma, Romagnoli, Suso e, fin quando c’è stato Bonaventura». Donnarumma, Romagnoli, Suso e Bonaventura, ovvero gli unici calciatori da cui dovrà ripartire il Milan 2017-2018, per il resto, serve un cambiamento completo per affrontare campionato (per puntare almeno al quarto posto che vale la qualificazione in Coppa Campioni), Coppa Uefa e Coppa Italia.