28 maggio 2017
Aggiornato 01:00
Calciomercato Milan

Tutti pazzi per Keita: il Milan insiste, la Lazio resiste, la Juve ci prova

L’attaccante biancoceleste, protagonista di un finale di stagione con gli effetti speciali, è in cima alla lista dei desideri del nuovo Milan cinese. Ma alla lotta per Keita ci sono nuovi iscritti: l’insaziabile Juventus, l’ambizioso Siviglia e soprattutto la Lazio che vorrebbe non rinunciare al ragazzo.

L'attaccante laziale Keita (© Ansa)

MILANO - Sarà merito del suo scintillante fine stagione, sarà grazie a quel contratto in scadenza con la Lazio nel 2018 che ne fa una preda appetitosa, fatto sta che Keita Balde Diao sembra essere diventato uno dei pezzi forti del mercato estivo 2017. Che l’attaccante biancoceleste sia in cima alla lista dei desideri di Fassone e Mirabelli non è più un mistero per nessuno. Quello che è certo è che se il closing si fosse concretizzato nei tempi e nei modi inizialmente preventivati (novembre 2016), adesso il senegalese sarebbe già un calciatore del Milan in virtù di un accordo già preso con Lotito e con l’entourage del calciatore per il mercato di gennaio.

Rossonero già a gennaio

Poi sappiamo come sono andare le cose. La trattativa per la cessione societaria del club rossonero si è protratta oltre misura e nel frattempo sono cambiati anche gli scenari in casa Lazio: Keita ha smesso di fare le bizze e iniziato a fare gol a raffica, tanto da solleticare l’attenzione dei principali club europei, tra cui la famelica ed insaziabile Juventus e gli spagnoli del Siviglia.

Ma soprattutto ha messo in condizione il presidente Lotito di tentare l’impossibile per convincere il ragazzo a restare a Roma, proprio adesso che è diventato l’idolo indiscusso dei tifosi biancocelesti.

Il Milan in vantaggio

Il problema per il presidente della Lazio è che la sua estrema offerta per sedurre Keita è decisamente non il linea con le aspettative di crescita del ragazzo: 1,5 milioni di euro a stagione, contro i 2,2 a salire messi sul piatto dal Milan rappresentano davvero poca cosa per pensare di far cambiare idea all’ambizioso attaccante cresciuto nella cantera del Barcellona.

E allora non resta che mettersi comodi e vedere gli sviluppi di questa corsa a quattro, tra appunto la Lazio, la Juventus, il Siviglia e naturalmente il Milan. Inutile dire che in testa al gruppo ci sono Fassone e Mirabelli, ma da qui alla fine del campionato possono succedere ancora tante cose. I rossoneri hanno il giocatore in pugno, ma ora è arrivato il momento di chiudere i giochi.