28 maggio 2017
Aggiornato 01:00
Calciomercato Milan

Milan, è il gran giorno di Kessie...e dei dubbi dei tifosi

Praticamente conclusa la trattativa per portare Musacchio al Milan, Fassone e Mirabelli, con il supporto di Han Li appena tornato in Italia, sono al lavoro per mettere a punto le nuove strategie rossonere. Nella giornata di oggi è previsto un ulteriore incontro per Kessie, ma i 30 milioni chiesti dall'Atalanta sembrano davvero troppi.

L'atalantino Franck Kessie (© Ansa)

MILANO - Sono giornate di fuoco queste in casa Milan. La testimonianza arriva dai fronti caldi del mercato, ad esempio la Spagna, da dove Massimiliano Mirabelli è appena tornato con l’ok di Musacchio e un biglietto di arrivederci firmato da Morata e Kovacic. Ma anche dalla presenza nel capoluogo lombardo di David Han Li, braccio destro del nuovo proprietario Li Yonghong ed evidentemente richiamato a Milano per affrontare, insieme all’amministratore delegato Marco Fassone e al già citato responsabile dell’area tecnica rossonera, alcuni temi delicati riguardo la gestione del club.

Tutto su Kessie

Uno di questi potrebbe essere quello legato al prossimo colpo di mercato - dando l’argentino Musacchio ormai già abile e arruolato - del nuovo Milan cinese: il centrocampista ivoriano Franck Kessie. In giornata è previsto a Casa Milan un incontro con i rappresentanti dell’Atalanta per definire i dettagli dell’operazione già ben avviati.

La situazione è semplice. Malgrado il tempismo della Roma, decisamente più rapida nel fare la prima offerta al calciatore, la proposta giallorossa a Kessie (circa 1,2 milioni di euro a stagione) non ha convinto il suo procuratore George Atangana. Al contrario, l’accordo messo sul piatto dal Milan è su base quinquennale a 1,8 milioni di euro a salire fino ai 2,2. Un sostanziale aumento che il giocatore ha mostrato di gradire.

Vale la pena?

A dispetto dei più ottimisti c’è però l’accordo tra le due società ancora da definire. E da questo punto di vista il club rossonero è decisamente in svantaggio rispetto alla Roma, già pronta a versare 30 milioni nelle casse dell’Atalanta. Fassone e Mirabelli non si sono ancora spinti a tanto e la speranza è riuscire a far calare almeno un po’ le pretese dei bergamaschi. È pur vero che sotto i 27-28 milioni sarà praticamente impossibile scendere e allora forse sarebbe il caso di fare una riflessione: ma davvero un calciatore come Kessie merita un investimento tanto oneroso? Si ok, l’inizio stagione dell’ivoriano è stato sensazionale, ma la seconda parte della sua stagione - perfettamente in linea con le chiacchiere di mercato che hanno iniziato a circolare sul suo conto - è stata tutt’altro che esaltante. Nessun dubbio sulle qualità dell’ex Cesena, ma probabilmente potrebbero esserci modi migliori di spendere 30 milioni sul mercato.