30 aprile 2017
Aggiornato 09:00
Calciomercato Milan

Milan: Montella-Mirabelli, prove di intesa sul mercato

Sono iniziate le consultazioni di mercato tra il nuovo responsabile dell’area tecnica del Milan, Massimiliano Mirabelli, e il tecnico rossonero Vincenzo Montella. Tanti punti all’ordine del giorno: il bomber, il difensore da affiancare a Romagnoli e un attaccante esterno in caso partisse Deulofeu.

Montella e Carlos Bacca (© Ansa)

MILANO - Le riunioni procedono in maniera intensa sull’asse Montella-Mirabelli. Il nuovo direttore dell’area tecnica, nonchè direttore sportivo, appena insediato (per la cronaca, a Casa Milan ha preso l’ufficio di Adriano Galliani) ha immediatamente iniziato a dialogare fitto fitto con l’allenatore rossonero per mettere su carta le tante idee di mercato e pianificare le conseguenti strategie operative. 

Come nelle migliori famiglie, le idee non sempre convergono sugli stessi punti. Così anche Massimiliano Mirabelli e Vincenzo Montella stanno prendendo le misure con i punti di vista dell’altro, spesso arrivando alle stesse conclusioni, qualche volta invece scoprendo di avere visuali diverse.

Dubbi sul bomber

Per quanto riguarda il bomber, ad esempio, mentre l’ex capo degli osservatori dell’Inter farebbe carte false per Pierre-Emerick Aubameyang, vero pupillo del dirigente cosentino e primo nome sulla sua personalissima lista, l’allenatore del Milan preferirebbe uno come Morata, o addirittura come il Gallo Belotti. Parliamo naturalmente di profili eccellenti in qualsiasi caso, un evidentissimo salto di qualità rispetto all’indolenza di Carlos Bacca, ma dovendo investire un’ingente quantità di denaro, forse sarebbe il caso di puntare su un profilo più giovane e di maggiori prospettive rispetto al 29enne gabonese in forza al Borussia Dortmund.

De Vrij o Musacchio

Qualche piccola distonia si è registrata anche sull’asse difensivo. Malgrado l’eccellente quanto inaspettato avvio di di stagione di Gabriel Paletta e l’ottimo finale di Cristian Zapata, in casa Milan appare evidente la necessità di provvedere all’acquisto di un centrale difensivo da affiancare a Romagnoli per blindare definitivamente la retroguardia, potendo comunque contare su Paletta e Zapata per la panchina. Mentre però Massimiliano Mirabelli si sarebbe accodato all’iniziativa presa già da Galliani la scorsa stagione, tentando di prendere l’argentino Mateo Musacchio dal Villarreal, Montella preferirebbe di gran lunga il centrale olandese della Lazio De Vrij.

Keita se parte Deu

Piena identità invece per quanto riguarda l’esterno offensivo che dovremme andare a comporre il tridente del prossimo anno insieme al nuovo bomber e allo spagnolo Suso. In cima alla lista dei desideri del tecnico c’è evidentemente Deulofeu, purtroppo braccato dal Barcellona, squadra nella quale Geri è cresciuto e che ne detiene il diritto di recompra dall’Everton per 12 milioni di euro. Se, come sembra, l’attuale numero 7 rossonero dovesse lasciare Milanello, il nome del suo possibile sostituto è già scritto: Keita Balde Diao. Sul classe 1995 attualmente in forza alla Lazio sembrano esserci dissonanze: potrebbe essere lui il primo nuovo acquisto del nuovo Milan cinese.