30 aprile 2017
Aggiornato 08:30
Calcio - Serie A

Inter-Milan, il primo derby cinese è già da record

Complice l’orario insolito per le abitudini italiane (calcio d’inizio alle 12.30), ma da prime time per le regioni asiatiche, il primo derby di Milano tra due proprietà cinesi sarà seguito complessivamente da 862 milioni di telespettatori.

Un'immagine della curva sud rossonera (© Ansa)

MILANO - I tifosi italiani probabilmente continueranno a lamentarsi per la decisione di fissare il primo derby cinese di Milano nell’insolito orario delle 12.30, ma se i numeri sono quelli comunicati dalla Lega Serie A sarà il caso di farsene una ragione.

Complice il freschissimo passaggio di proprietà dell’Ac Milan all’imprenditore cinese Li Yonghong e quello un po’ meno recente dell’Inter all’azienda Suning, l’orario del calcio d’inizio fissato alle 12.30 consentirà, al pubblico dell’area asiatica di seguirlo in prime time raggiungendo, in quelle regioni, 566 milioni di potenziali telespettatori.  

Derby da record

Un numero che cresce fino a 862 milioni considerando tutto il mondo, con 39 broadcaster a trasmettere in diretta la sfida tra le squadre di Pioli e Montella. La seconda macro area con più pubblico sarà quella europea (20 tv collegate e 186 milioni di tifosi raggiunti), seguita dal Centro e Sud America (3 tv e 98 milioni). 

Non male per il primo derby cinese della storia del calcio milanese: ancora non è andato in scena ed è già pronto a battere tutti i record di ascolto, guadagnando un posto nei libri di storia come la partita più vista di tutta la storia del football italiano.