30 aprile 2017
Aggiornato 09:00
Cessione Milan

Milan, definito il nuovo cda italo-cinese

Praticamente definito il nuovo cda del Milan italo-cinese. Saranno 8 i membri, 4 italiani (tra cui Fassone) e 4 cinesi.

Un'immagine di Casa Milan (© Ansa)

MILANO - Piano piano ogni pezzo del puzzle sta trovando la sua collocazione. Parliamo naturalmente ancora una volta della cessione dell’Ac Milan, vero tormentone della stagione per l’intero mondo del calcio di casa nostra. Chiarito ormai quasi senza più dubbi di sorta che il giorno ufficiale del closing sarà giovedì 13 aprile, che poi venerdì 14 è prevista la conferenza stampa ufficiale di presentazione della nuova proprietà e alle 14.30 la prima assemblea dei soci in via Aldo Rossi, sembrano cadere gli ultimi veli anche su quello che sarà il nuovo consiglio d’amministrazione del Milan cinese.

Cda da 4+4

Anzi, italo-cinese, visto che degli 8 membri designati, 4 saranno italiani e 4 cinesi. Per quanto riguarda la parte italiana, ai nomi di Marco Fassone, futuro amministratore delegato del club rossonero, di Marco Patuano e dell’avvocato Roberto Cappelli si dovrebbe aggiungere, come indipendente, Paolo Scaroni, ex-Ad di Eni. Da osservatore, potrebbe entrare nel cda anche un uomo Elliott-Blue Skye, Salvatore Cerchione. Per quanto riguarda la parte cinese invece, i quattro nomi sono quelli di Yonghong Li (futuro presidente del Milan), il suo braccio destro David Han Li, il direttore generale di Haixia Capital, Lu Bo e per finire il nome nuovo, Xu Renshuo.