30 aprile 2017
Aggiornato 08:30
Cessione Milan

Closing: Berlusconi incassa altri 20 milioni

Questa specie di farsa della cessione del Milan si arricchisce di un’altra puntata. Nella giornata di ieri sono stati depositati sui conti Fininvest altri 20 milioni, anticipo della terza caparra che dovrebbe arrivare in settimana e dare vita al nuovo contratto tra le parti.

Berlusconi con Li Yonghong e Li Han (© ANSA)

MILANO - Se qualche tifoso rossonero avesse 50 euro in più nel portafogli da poter prestare a Yonghong Li per acquistare il Milan, è pregato di citofonare a Sino-Europe Sports. La battuta ricorrente nelle ultime ore tra gli appassionati di calcio - non certo i fans del diavolo, troppo arrabbiati per riuscire a scherzare sulla vicenda - sta spopolando sui social e mette a nudo una realtà sempre più inquietante. Nel corso della giornata di ieri sui conti Unicredit di Fininvest sono stati depositati 20 milioni, anticipo della terza caparra da 100. Sembra allucinante ma è proprio così: i cinesi di SES stanno acquistando un pezzo di storia del calcio come l’Ac Milan a rate da 20 milioni.

La spiegazione di SES
Come se io mi presentasse in un concessario di automobili e comprare la mia nuova utilitaria con un sacchetto di monetine da 1, 2 e 5 centesimi e convincessi il venditore ad accettare questa surreale forma di transazione. Ormai non ci sono più parole per definire quanto sta accadendo nella assurda vicenda che dovrebbe portare alla cessione dell’Ac Milan ai cinesi di Sino-Europe Sports.
La spiegazione più o meno ufficiale fatta trapelare dai sempre più muti interlocutori di SES è che si tratti di una prima tranche arrivata in anticipo rispetto agli altri 80 che dovrebbero - anche qui il condizionale è decisamente obbligato - arrivare in settimana.

Closing a rate
Resta il fatto che ad oggi, considerati i 220 milioni già incassati da Silvio Berlusconi, ne mancano ancora 300 da versare alla Fininvest, più altri 220 per coprire l’esposizione debitoria del club, più altri 350 garantiti da Yonghong Li per il potenziamento della squadra, oltre ad almeno un altro centinaio di milioni per le spese di gestione di questa stagione. 
E allora mettetevi comodi amici milanisti: si tratta di circa un miliardo di euro che, con rate da 20 milioni ognuna, entro il 2089 potrà forse essere saldato.