24 aprile 2017
Aggiornato 07:00
Le pagelle di Milan-Genoa 1-0

Milan, il vero fuoriclasse è in panchina: continua la corsa all’Europa

Seppure con il minimo scarto, la vittoria contro il Genoa non è mai stata messa in discussione. Merito di mister Montella e delle sue scelte: Mati Fernandez match winner, Lapadula assist man, l’infaticabile Deulofeu e il ritrovato capitan De Sciglio.

L'esultanza dei calciatori rossoneri dopo il gol di Mati Fernandez (© Ansa)

DONNARUMMA - Impossibile dare un voto allo spettatore Donnarumma. Il Genoa è poca cosa per osare avvicinarsi a Gigione. s.v.

DE SCIGLIO - Grande Mattia, finalmente una prestazione all’altezza delle sue ambizioni e delle aspettative del mondo rossonero. Due ottimi assist nel primo tempo, un salvataggio miracoloso e perfino un gol sfiorato di testa nella ripresa. Ben tornato. 7,5

ZAPATA - Del tutto inoperoso, prova a tenersi impegnato facendo qualche lancio lungo, ma gli effetti sono disastrosi. 6

PALETTA - Il Cholito gli fa il solletico. Nel duello tutto argentino non c’è partita e Palettone la porta a casa senza la minima sbavatura. 6,5

VANGIONI - Anche lui poco sollecitato dall’atteggiamento rinunciatario del Genoa, ma fa la sua parte con cura e applicazione. Un buon rincalzo per mister Montella. 6,5

KUCKA - Nel primo tempo sonnecchia, per nulla impensierito dai pari ruolo genoani. Nella ripresa si sveglia e tenta un paio di percussioni delle sue, ma evidentemente non è giornata. 6

BERTOLACCI - Premio oscar della sfiga. Si fa male ed esce dal campo dopo 1 minuto di gioco. s.v.

MATI FERNANDEZ - Man of the match, il classico coniglio tirato fuori alla vigilia dal cilindro di mister Montella. Sfiora il gol su punizione, si inserisce con continuità fino a quando non gli arriva il cioccolatino di Lapadula che trasforma in gol. Nel secondo tempo ci riprova, mancando il gol di un soffio. Giocatore ritrovato. 8

DEULOFEU - Galvanizzato dalla convocazione in nazionale, Deu offre una partita tutto cuore. Non è tra i protagonisti delle azioni più pericolose ma è una spina costante nella difesa genoana. E oltre al gran lavoro in attacco garantisce supporto e copertura a Vangioni. È così che si torna grandi. 7,5

LAPADULA - Non efficacissimo sotto porta, anche perchè i palloni gli arrivano col contagocce, ma bravissimo nel tramutare in oro un pallone scagliato con violenza da Zapata e trasformato dal sinistro vellutato di Lapadula nell’assist vincente per Mati Fernandez. Nella ripresa gli capita una palla buona, ma purtroppo sul destro e l’occasione sfuma. 7

OCAMPOS - Quanto corre l’ex genoano. In alcuni frangenti appare ancora acerbo per certi palcoscenici, ma non molla mai di un centimetro, fa su e giù per la fascia un centinaio di volte e alla fine - comprensibilmente - arriva poco lucido sotto porta. Ma nel complesso la sua è una prestazione positiva. 6,5

LOCATELLI - Entra infreddolito e intimidito e per tutto il primo tempo si limita al compitino. Nella ripresa alza il volume delle giocate, continuando a recuperare un’infinità di palloni in mezzo al campo. E meno male che doveva essere debilitato dall'influenza patita in settimana. 6,5

PASALIC - s.v.

ANTONELLI - s.v.

MONTELLA - È indubitabilmente la sua vittoria. Ancora una volta Montella si conferma il vero fuoriclasse di questo Milan: scongela Mati Fernandez, fin qui praticamente mai utilizzato, ed è il cileno a segnare il gol vittoria. Nel complesso prepara bene una partita che, viste le numerosissime assenze, poteva risultare complicata. 8