27 maggio 2017
Aggiornato 08:00
Calcio - Serie A

Intrighi e dispetti: Milan-Juve è scontro anche sul mercato

Le due società già nel corso dell’estate si sono scontrate più volte per Pjaca, Benatia e Bentancur. Ad uscirne trionfante è sempre stata la Juve che sembra pronta ad assestare il colpo di grazia al Milan portando a Torino Thiago Silva. E poi c’è sempre la questione legata a Gigio Donnarumma…

MILANO - Che una sorta di guerra fredda sul mercato tra Milan e Juventus fosse ricominciata, dopo qualche anno di tregua complice anche il declino rossonero degli ultimi anno, è stato praticamente chiaro a tutti nel corso dell’estate appena conclusa. Prima la querelle Pjaca, corteggiato spudoratamente da Galliani ma alla fine andato alla Juve; poi il caso Benatia, pronto ad accettare la corte di Allegri malgrado le avances di Montella; ed infine la questione Bentancur, negato dal Boca Juniors al Milan per le pressioni arrivate da Torino, sponda bianconera. Tra Milano e Torino è stata una lunga estate calda a base di scontri aspri senza esclusione di colpi. 

Milan sempre perdente
Il club di via Aldo Rossi ne è sempre uscito scornato, con immenso fastidio da parte del popolo rossonero, ragione in più per aspettare i rivali di sempre sabato sera a San Siro con il coltello tra i denti e un’infinita voglia di riscatto.
A mettere ulteriore pepe su una sfida che, visto il confronto tra la prima e seconda in classifica del campionato di serie A, già di suo ne avrebbe da vendere, sono state le ultime indiscrezioni di mercato: prima le rivelazioni di Mehdi Benatia, poi gli spifferi sempre più gelidi e infingarsi sul futuro di Donnarumma e infine le indiscrezioni su un possibile accordo tra Juventus e Thiago Silva per la prossima stagione.

La scelta di Benatia
Partiamo dall’ex difensore di Roma e Bayern, campione mondiale di tempismo con dichiarazioni che non mancheranno di suscitare polemiche e rimpianti: «Montella la scorsa estate mi ha chiamato diverse volte. Grande persona, ho avuto con lui un super feeling e mi spiace non avergli potuto dare il tempo che voleva. Aspettava i cinesi per farmi acquistare, ma poi arrivò la Juve e la scelsi anche grazie alle parole di Allegri». 

Offerta Juve a Thiago Silva
Come se non bastasse, la premiata ditta Marotta-Paratici sembra essersi mossa in tempo utile anche per appioppare un altro ceffone ben assestato al Milan, lusingando con una generosa offerta l’ex rossonero Thiago Silva, ormai arrivato ai titoli di coda con il Paris Saint Germain e desideroso di una nuova esperienza in qualche altro top club europeo. E dire che nelle ultime settimane si era ventilato anche un possibile ritorno di fiamma tra il club di via Aldo Rossi e il difensore brasiliano, rimasto sempre legato al Milan per stessa ammissione del suo procuratore. 

Gigio vuole il Milan
Poi c’è la questione legata a Gianluigi Donnarumma, già trattata con dovizia di particolari in altri approfondimenti sul diariodelweb.it. Il fenomenale portiere di Castellammare di Stabia sembra essere diventato il principale obiettivo della Juventus alla caccia dell’erede di Buffon e la condizione di precarietà di Gigio - in scadenza di contratto giugno 2018 - lo rende un bocconcino appetitoso per chiunque. A parziale rassicurazione per i tifosi milanisti c’è l’amore mai smentito di Donnarumma per il Milan e il suo desiderio ribadito anche nelle ultime ore di restare a Milanello e vincere con la maglia rossonera e magari anche con la fascia di capitano: «Io non sono diventato ancora niente, devo crescere ancora tantissimo. Però faccio tantissimi sacrifici. Spesso mi fermo da solo a Milanello, mattina e pomeriggio. All’inizio è stata dura perché bisogna rinunciare a molte cose, adesso inizio a vedere i frutti. Voglio restare a lungo al Milan, il rinnovo non sarà un problema, tra 10 anni voglio essere capitano, è la mia squadra del cuore fin da bambino».
Tra Milan e Juventus è di nuovo guerra fredda, ora però tocca ai rossoneri vincere qualche confronto, magari a cominciare proprio da quello di sabato sera a San Siro. I tifosi non aspettano altro.