26 marzo 2017
Aggiornato 20:30
Calcio | Milan

Galliani crede alla Champions, ma chi crede a Galliani?

Confermati gli infortuni sia per Kucka che per Niang, usciti malconci dalla gara contro l’Udinese. I due vanno ad aggiungersi a Bonaventura, ancora acciaccato per un problema all’anca. Ora sarà un problema mettere insieme 11 titolari affidabili per il Genoa, ma Galliani, incurante delle sue colpe, insiste: «Il nostro obiettivo è la Champions».

MILANO - La mazzata era nell’aria: la partita contro l’Udinese ha portato in dono al Milan sia il danno che la beffa. Come non bastasse la delusione per il pareggio che ha inevitabilmente frenato la rincorsa rossonera alla terza piazza in classifica che potrebbe voler dire Champions League, ecco arrivare il responso dall’infermeria, dove questa mattina i freschi infortunati Kucka e Niang, hanno raggiunto il già acciaccato Bonaventura.

Kucka out due settimane
E le notizie, specialmente in ottica Genoa, non sono affatto allegre per mister Mihajlovic: «A.C. Milan comunica che Juraj Kucka ha riportato una lesione al retto femorale della gamba sinistra, le sue condizioni verranno rivalutate tra 7/10 giorni. La valutazione medica di M’baye Niang verrà effettuata nei prossimi giorni; Giacomo Bonaventura prosegue il suo ciclo di cure a seguito dell’infortunio all’otturatore della gamba destra».

Galliani e quelle parole insensate
Il che, in caso di prevedibile stop di tutti e tre i rossoneri nel prossimo impegno in campionato contro i rossoblu genovesi, potrebbe voler dire guai seri per Mihajlovic, alle prese con un rebus di formazione di difficile risoluzione. Abbiamo più volte sottolineato quanto fallaci si siano rivelate le tutt’altro che profetiche parole di Adriano Galliani al termine di una sessione di mercato, quella invernale, che avrebbe dovuto garantire al Milan quei giusti e necessari ritocchi per la rincorsa al terzo posto. «Fortunatamente siamo coperti in ogni ruolo e quindi siamo al completo», annunciava l’ad ai cronisti. Ora però chi lo va a spiegare al tecnico serbo che con il materiale umano a disposizione sarà costretto a tirar fuori una formazione affidabile e soprattutto vincente?

«Il Milan può agganciare la zona Champions»
Si, perché Galliani, malgrado i suoi evidenti errori di sottovalutazione dei problemi sul mercato, non ha affatto abbassato il tiro, ribadendo, all’indomani del mezzo passo falso contro i friulani, che gli obiettivi del Milan non sono cambiati: «Il Milan può agganciare la zona Champions, peccato per il pareggio di ieri con l'Udinese dove non abbiamo fatto un bel primo tempo ma nella ripresa è cambiato tutto e potevamo vincere. Là davanti non vanno forte e questo ci permette di stare attaccati al treno per il discorso Champions. Possiamo lottare e dobbiamo provarci».

E ora chi sostituirà quei tre?
Peccato che nessuno gli abbia fatto notare che sarà difficile tentare questa rincorsa senza un esterno di ruolo. I soli Bonaventura e Honda (tra l’altro entrambi adattati) sono pressochè insostituibili, ma ora, ad esempio, Jack è infortunato e il giapponese sembra ormai alla frutta e avrebbe bisogno di tirare un po’ il fiato).
Adesso arriva il Genoa e c’è grande attesa per scoprire quale coniglio tirerà fuori dal cilindro mister Mihajlovic. Nella speranza che almeno uno dei tre infortunati possa recuperare per domenica.