8 dicembre 2016
Aggiornato 01:00
Cessione Milan

Milan a Sino-Europe Sports: ecco la deadline

La lunga trattativa che porterà alla cessione dell’Ac Milan sta per arrivare ad un punto di svolta. Entro l’inizio della prossima settimana si saprà con certezza se il closing slitterà di un altro mese e soprattutto si conosceranno i nomi degli investitori cinesi.

MILANO - Proroga, autorizzazioni, lista degli investitori, closing: il vocabolario che caratterizza ormai da diversi mesi le conversazioni riguardanti l’Ac Milan diventa sempre più ricco. Le chiacchiere destabilizzanti degli ultimi giorni, motivate da problematiche e difficoltà oggettive di carattere organizzativo e finanziario oltre che dalla loquacità elettorale di Silvio Berlusconi, hanno avuto come effetto immediato quello di dare una scossa sensibile al consorzio cinese che si appresta a mettere le mani sul club di via Aldo Rossi. 

Ipotesi remota

Esiste ancora una possibilità, seppur molto remota, che Li Yonghong riesca a mettere tutto a punto per arrivare al closing in 13 dicembre. Perchè tutto questo accada è necessario che entro il 5, cioè lunedì, arrivino in Italia tutte le autorizzazioni necessarie per il trasferimento dei capitali da Pechino in Italia.

Se così non fosse, il consorzio Sino-Europe Sports si è premunito di offrire a Fininvest - in cambio della famosa proroga di 30-45 giorni - due importanti garanzie.

Nuova caparra

La prima, quella più importante per l’azienda di via Paleocapa, è la prova che i 420 milioni che ancora devono essere versati per completare l’acquisizione dell’Ac Milan esistono davvero e sono già visibili su un conto intestato a Sino-Europe Sports. Entro l’inizio della prossima settimana, allorchè sarà quantificato anche il valore di una seconda caparra che i cinesi verseranno a Fininvest (si parla di 80-100 milioni), i vertici dell’azienda di famiglia di Silvio Berlusconi avranno modo di verificare che questi famosi soldi ci sono.

La lista

La seconda, quella invece fondamentale per Silvio Berlusconi e soprattutto per l’intero popolo rossonero, riguarda l’ufficializzazione della lista di investitori che compongono il consorzio Sino-Europe Sports. Sempre lunedì potrebbe essere il giorno decisivo per togliere il velo da questa misteriosa cordata, ma qualche indiscrezione inizia a trapelare e non va nella direzione dell’ottimismo: sembra infatti che a far parte della cordata debbano essere solo Li Yonghong, Haixia e due aziende ancora non ben definite. Sembra infatti sempre più probabile che nell’elenco definitivo dei nuovi proprietari dell’Ac Milan non ci siano i colossi che avevano fatto sognare i tifosi rossoneri, i vari Huarong, Tcl, China Construction Bank, la compagnia assicurativa Ping An etc. etc.