8 dicembre 2016
Aggiornato 01:00
Calciomercato-Milan

Da Bacca a Gabbiadini, prove di dialogo tra Milan e Napoli

Malgrado le parole rassicuranti del suo procuratore, Carlos Bacca pare sempre più vicino a lasciare il Milan. La sua destinazione potrebbe essere Napoli, magari in cambio di Gabbiadini, ormai in evidente difficoltà nello scacchiere tattico di Sarri.

Il bomber colombiano del Milan Carlos Bacca (© Daniele Mascolo/Photoviews)

MILANO - Quando si parla di mercato, Carlos Bacca è sempre al centro dell’attenzione. È così da quando ha iniziato a fare faville con la maglia del Siviglia, portando a suon di gol la formazione andalusa a conquistare per due volte consecutive (poi sarebbe arrivata la terza anche senza il colombiano) l’Europa League.

Una volta arrivato al Milan per la considerevole cifra di 30 milioni ci si aspettava un momento di relativa quiete per il bomber dei Cafeteros. E invece nulla, la scorsa estate non è passato giorno senza che qualcuno architettasse un piano per la cessione di Bacca e adesso, a pochi giorni dall’apertura della sessione invernale del mercato, sembra di essere punto e daccapo.

No Psg e Siviglia

Difficile stabilire se tante chiacchiere nascono da una fondamentale irrequietezza di Carlitos opuure da altre congiunture di carattere tecnico ed economico. Fatto sta che dopo poco più di 15 mesi in rossonero, l’avventura di Bacca al Milan sembra già arrivata alla conclusione. Il problema è capire perchè, un po’ come la famosa sora Camilla, il numero 70 rossonero è vittima dello stesso sortilegio: tutti lo vogliono ma nessuno se lo piglia. È accaduto la scorsa estate e rischia di ripetersi anche a gennaio. Secondo quanto riportato da Le Parisien, ad esempio, il PSG (una delle squadre in prima fila per accaparrarsi l’attaccante del Milan) avrebbe deciso di abbandonare la pista Carlos Bacca per evitare di mettere in difficoltà Edinson Cavani nella seconda parte della stagione. 

Situazione diversa, ma con alcuni aspetti in comune, quella riguardante il Siviglia. Il tecnico Sanpaoli ha confermato di recente tutta la sua stima per Carlitos, pur convenendo che l’ipotesi di un ritorno in Spagna appare al momento poco percorribile. 

Ipotesi Napoli

Nelle ultime ore però è tornata alla ribalta l’opzione Napoli. Quest’anno il club partenopeo, dopo la partenza di Higuain e l’infortunio di Milik, sta vivendo una stagione travagliata proprio per l’assenza di un centravanti di ruolo. Gabbiadini ha dimostrato di essere un buon giocatore ma di non poter sostenere sulle sue spalle il peso di tutto l’attacco azzurro per caratteristiche tecniche molto diverse rispetto a quelle dei suoi predecessori. L’ex Bologna e Sampdoria predilige partire da lontano, magari dalla fascia destra, per accentrarsi e lasciar partire il suo micidiale sinistro verso la porta.

Gabbiadini e il Milan

Guarda caso il ritratto dell’attaccante che servirebbe oggi al Milan, dove Suso e Niang - preziosi in questo inizio stagione - sono costretti agli straordinari per la mancanza in rosa di un giocatore con determinati requisiti. Ecco allora che l’ipotesi suggestiva di uno scambio tra Bacca e Gabbiadini (con conguaglio da valutare a favore del Milan) potrebbe prendere forma già nel mercato di gennaio. Le due squadre andrebbero a colmare le rispettive lacune in rosa rasserenando l’umore della squadra e dei due tecnici.

Dipende da Lapa

Ora, da qui a dire che siamo vicini alla conclusione positiva di una trattativa al momento appena abbozzata ce ne corre. Ma non traggano in inganno le dichiarazioni di Sergio Barila, procuratore di Carlos Bacca, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli (Lui sta benissimo a Milano e non si muoverà»). 

Se al Milan Gianluca Lapadula dovesse continuare a far gol e soffiare definitivamente il posto al colombiano, l’ipotesi di una cessione già a gennaio del numero 70 rossonero prenderebbe improvvisamente corpo. E la destinazione Napoli - con Gabbiadini pedina di scambio - sarebbe indubbiamente la più probabile.