8 dicembre 2016
Aggiornato 01:00
Calcio - Serie A

Milan, ancora problemi per Calabria

Il promettente terzino rossonero, come confermato da un comunicato del Milan, «soffre ancora per i postumi di un trauma distorsivo alla caviglia sinistra con danno legamentoso». Escluso il trattamento chirurgico, ma al momento è impossibile ipotizzare una data per il suo rientro.

Il terzino rossonero Davide Calabria (© Daniele Mascolo/Photoviews)

MILANO - Non accenna a diradarsi la nebbia sui tempi di recupero di Davide Calabria, ormai assente dal 25 settembre, giorno di Fiorentina-Milan, ultima sua presenza in campionato. Come confermato da un comunicato stampa diffuso dal club di via Aldo Rossi, il giovane (classe ’96) e promettentissimo terzino del Milan, altro prodotto del florido vivaio rossonero, «soffre ancora per i postumi di un trauma distorsivo alla caviglia sinistra con danno legamentoso, procuratosi ad inizio ottobre in allenamento. Gli specialisti consultati hanno tutti escluso, al momento, la necessità di un trattamento chirurgico. Il danno, in miglioramento, richiede tempi lunghi per la completa guarigione. È stato concordato un programma riabilitativo per portare il calciatore alla ripresa agonistica che avverrà in funzione della risposta clinica alle progressive sollecitazioni».

Binomio terzini e vivaio

Che tradotto vuol dire mistero assoluto sui tempi di guarigione di Calabria e che per rivedere sgroppare sulla fascia l’esterno rossonero, il tecnico Vincenzo Montella dovrà attendere ancora un po’. Sperando di poter continuare a contare su una affidabile batteria di terzini (tutti cresciuti a Milanello) formata da Ignazio Abate, decisamente in buona forma, Mattia De Sciglio, in crescita, e Luca Antonelli, finalmente guarito dopo un lungo infortunio. Senza dimenticare che in rosa c’è sempre l’argentino Vangioni, fin qui autentico oggetto misterioso, che però da qui in avanti potrebbe tornare ad essere utile.