8 dicembre 2016
Aggiornato 01:00
Calciomercato Milan

Mercato, Milan e Lazio a colloquio per De Vrji e Keita

Sono due i calciatori biancocelesti che la nuova task force di mercato rossonera formata da Fassone e Mirabelli avrebbe messo nel mirino. Si tratta del difensore De Vrji e del giovane attaccante Keita Balde. Lotito non vuole sentire ragioni a questo punto deve trovare con entrambi un accordo per non rischiare di perderli a zero.

MILANO - Non solo centrocampo e attacco nei piani di mercato della nuova dirigenza rossonera. Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, rispettivamente futuro amministratore delegato e prossimo direttore sportivo del Milan cinese, sono al lavoro per rendere sempre più competitiva la squadra alle dipendenze di Vincenzo Montella, a maggior ragione dopo l’eccellente inizio di campionato che ha aperto prospettive incoraggianti per il prosieguo della stagione. 

Sogno De Vrji

La nuova proprietà sembra intenzionata ad aprire il mercato di gennaio con un acquisto di spessore, individuato in Stefan de Vrij, difensore centrale della Lazio reduce pienamente ristabilito dopo il gravissimo infortunio che l’ha tenuto fuori praticamente per quasi tutta la scorsa stagione. Secondo il quotidiano La Repubblica ci sarebbe stato addirittura un primo sondaggio da parte del Milan che avrebbe trovato però il presidente biancoceleste assolutamente inamovibile: De Vrji è incedibile, almeno per questo campionato. 

Contratto in bilico

La dirigenza rossonera potrebbe aver provato ad insinuarsi nelle pieghe di un rapporto, quello tra l’olandese e la Lazio, al momento in fase di stallo: De Vrji è in scadenza di contratto nel 2018 e al massimo a gennaio le parti dovranno sedersi attorno ad un tavolo per trovare un accordo. In caso di fumata nera Lotito potrebbe entrare nell’ordine di idee di cedere il difensore per non rischiare di perderlo a parametro 0.

C’è anche Keita

Più o meno quello che sta accadendo per un altro pupillo del duo Fassone-Mirabelli, l’attaccante senegalese della Lazio Keita Balde. Tra l’entourage del giovanissimo calciatore (classe 1995) e la dirigenza biancoceleste, malgrado la rappacificazione delle ultime settimane che ha portato al reintegro dell’esterno nella rosa di Simone Inzaghi, è ancora gelo e il Milan è alla finestra per monitorare gli sviluppi della faccenda, pronto eventualmente ad intervenire. Il fronte di mercato tra Milano e Roma insomma sembra piuttosto caldo.