8 dicembre 2016
Aggiornato 01:00
Calcio

Aldo Serena: "Il Milan non parte battuto contro la Juventus"

Il momento d'oro della formazione di Montella ha capovolto i giudizi degli addetti ai lavori, convinti che i rossoneri possano giocarsela anche contro la super squadra di Allegri

MILANO - Milan secondo in classifica: alzi la mano chi ci avrebbe scommesso un centesimo ad inizio stagione. E invece gli sbarazzini ragazzi di Vincenzo Montella hanno ingranato la marcia giusta e si sono issati in vetta assieme alla Roma e alle spalle della sola inarrivabile Juventus, proprio il prossimo avversario di un Milan che ora, pur riconoscendo i propri limiti mantenendo un profilo basso, contro i bianconeri vuol dimostrare di non essere poi così lontano dalla corazzata juventina, reduce da cinque scudetti consecutivi e pronti ad agguantare pure il sesto. Dello stesso avviso è anche Aldo Serena, ex calciatore di entrambe le squadre, che in vista della partitissima di sabato sera afferma: "La Juventus è in un periodo strano, non gioca bene e lascia pure qualche spazio di troppo, però vince e lo fa con costanza, ha già incamerato un bel vantaggio sugli inseguitori. Il Milan è invece in un gran momento, ha superato le difficoltà iniziali, Montella ha registrato la difesa e ora i rossoneri vincono le partite quasi in scioltezza. Io penso che Milan-Juventus sarà una gara aperta, il Milan giocherà in casa ed avrà voglia di dimostrare di poter sfidare la Juve a viso aperto, mi aspetto i rossoneri in palla come contro il Chievo e certamente il risultato non è chiuso in favore degli uomini di Allegri». Provate ad andare a rileggervi i pronostici alla vigilia della finale di Coppa Italia dello scorso maggio proprio fra MIlan e Juventus, al 99% favorevoli ai bianconeri, e capirete quanto nel Milan sia cambiato in soli cinque mesi.