Calcio - Serie A

Montella a Firenze con un solo dubbio

Quasi fatta la formazione rossonera in vista della delicatissima trasferta di domenica sera in casa della Fiorentina: Milan quasi identico rispetto a quello che ha sconfitto la Lazio. Unico dubbio per Montella il ballottaggio tra De Sciglio (non in perfette condizioni fisiche) e Antonelli.

I rossoneri festeggiano dopo il gol di Bacca contro la Lazio (© Daniele Mascolo/Photoviews)

I rossoneri festeggiano dopo il gol di Bacca contro la Lazio (© Daniele Mascolo/Photoviews)

MILANO - Una delle più conosciute leggi non scritte del gioco del calcio recita testuale: «Squadra che vince non si tocca». Teoria rielaborata, modificata e corretta con il passare degli anni in funzione del turn over, degli infortuni, delle squalifiche, ma pur sempre una pietra miliare del nostro sport preferito. Vincenzo Montella è uno che il calcio lo conosce alla perfezione ed infatti e le indicazioni che arrivano da Milanello sulle sue probabili scelte di formazione in vista del delicatissimo posticipo della sesta giornata di campionato in casa della Fiorentina lo confermano.

Idee chiare
A meno di disastri dell’ultimo momento, al Franchi contro i viola di Paulo Sousa, dovrebbe scendere una squadra pressoché identica rispetto a quella che martedì sera ha sconfitto la Lazio, conquistando il secondo successo consecutivo e - aspetto forse ancor più rilevante - mantenendo inviolata la porta di Gigio Donnarumma per la seconda volta di seguito.
L’unica novità potrebbe arrivare proprio dalla linea difensiva: ieri Mattia De Sciglio si è allenato a parte per un lieve problemino fisico, ma già oggi ha effettuato l’intera seduta con la squadra e quindi sembra già recuperato. In caso di forfait del terzino azzurro potrebbe toccare a Luca Antonelli, tornato a disposizione di Montella dopo il brutto colpo alla testa rimediato nel match casalingo contro l’Udinese.

Un solo dubbio
A parte il dubbio De Sciglio-Antonelli, il resto della formazione sembra decisa: Gianluigi Donnarumma si sistemerà tra i pali: davanti a lui il confermassimo Calabria sulla destra, la coppia Paletta-Romagnoli al centro e uno dei due terzini azzurri sulla fascia mancina; in mezzo al campo toccherà ancora una volta a Kucka, Montolivo e Bonaventura; in attacco il tridente dei sogni composto da Suso, Bacca e Niang.