Calcio

Ancelotti: "Montella sta dando un'anima al Milan"

L'ex allenatore rossonero, ora al Bayern Monaco, approva la scelta di puntare sulla guida campana che ben si sta comportando nonostante le difficoltà

MONACO DI BAVIERA - Carlo Ancelotti è e sarà per sempre un'icona per i tifosi del Milan: ha vinto tutto da calciatore in rossonero dal 1987 al 1992, quindi ha fatto altrettanto da allenatore guidando la squadra di Berlusconi dal 2001 al 2009. Il Milan ha provato pure a riportarlo in panchina nel 2015, ma il tecnico reggiano declinò l'offerta di Galliani preferendo un anno di pausa e l'avventura in Germania al Bayern Monaco appena iniziata. Ma Ancelotti non ha dimenticato i rossoneri, anzi, ne è rimasto tifoso e segue sempre con attenzioni le sorti della sua ex squadra, ora guidata da Vincenzo Montella. E proprio del neo tecnico milanista, Ancelotti ha voluto parlare subito dopo il successo del suo Bayern contro l'Hertha Berlino: "Montella ha delle idee positive che mi piacciono molto - ha affermato l'ex tecnico anche di Chelsea e Real Madrid - e poi è giovane, ha tutto il tempo per affermarsi. Io credo che, pur con tutte le difficoltà in cui si trova il Milan attuale, Montella stia lavorando con costanza, portando avanti i suoi progetti tattici con decisione, si vede che il Milan ora ha un'identià, un'anima".

Clima migliore

L'aria che si respira, effettivamente, sembra diversa ed anche il profilo basso che Montella ha impostato fin dall'inizio della sua avventura a Milanello ("Puntiamo alla Coppa Uefa") sta togliendo pressione ai calciatori, permettendo loro di esprimersi con maggior tranquillità, nonostante una rosa mediocre ed un pubblico demoralizzato dalle ultime quattro stagioni disastrose. Che sia l'anno della rinascita? Le premesse, al momento, sono migliori del passato.