Calcio

Sky Sport: “Montella è appoggiato da tutto il Milan”

L’allenatore campano sembra il primo tecnico degli ultimi quattro anni a godere della fiducia di società ed ambiente

MILANO - Ne è passata di acqua sotto i ponti, soprattutto ne sono passati di allenatori. Dal 2012 ad oggi, infatti, il Milan ne ha cambiati cinque passando da Allegri a Seedorf, quindi Filippo Inzaghi, Mihajlovic, Brocchi ed ora il sesto nome in panchina, Vincenzo Montella. Il trattamento riservato ai primi cinque dalla premiata ditta Berlusconi-Galliani è stato a dir poco vergognoso, un condensato di insulti ed umiliazioni che la società rossonera ha riservato ai tecnici, classici capri espiatori di una gestione fallimentare e di una dirigenza incapace di assumersi ed ammettere le proprie responsabilità. Ora però le cose sembrano leggermente diverse, Montella appare più tranquillo, ma soprattutto lavora in tranquillità perché la società (che al momento vive pure una fase di transizione fra il vecchio e il nuovo, fra il passato ed il futuro) pare appoggiare un po’ di più il proprio allenatore.

Maggior fiducia

A confermarlo è anche la redazione sportiva di Sky che, tramite gli inviati che quotidianamente bazzicano Milanello, ammette il diverso clima che si respira quest’anno (almeno finora) attorno a squadra ed allenatore: «Non è facile fare l’allenatore del Milan in questi ultimi anni - afferma ad esempio Enrico Cerruti - perché nessuno è mai stato supportato da tutte le parti societarie. Montella piace e sta convincendo tutti, piace il suo stile in panchina e il gioco che vuole proporre, ma piace anche fuori dal campo, ha le caratteristiche adatte che il Milan chiede da sempre ai suoi tecnici. Anche dopo la sconfitta di San Siro contro l’Udinese è stato appoggiato e non è cosa da poco». I tifosi milanisti si augurano che l’atteggiamento della dirigenza continui, perché il Milan non può accogliere il settimo allenatore in cinque anni, deve improntare un lavoro continuativo e a lungo termine per perseguire gli obiettivi che si è preposto, ovvero il ritorno in Europa dopo tre stagioni.